Crea sito

Trasmissione dei dati

LA COMUNICAZIONE
PROTOCOLLI DI RETE

Si definisce protocollo di rete un insieme di regole che definisce gli standard da usare perche si possa verificare la trasmissione tra due elaboratori.

Esistono molteplici protocolli, essi si differenziano per diversi aspetti logici, la differenza da fare a priori sono i protocolli PROPRIETARI e quelli APERTI, i primi sono di proprietà per cui di uno specifico produttore, gli altri appartengono a diverse categorie di sviluppo.

Alcuni dei suddetti sono INSTRADABILI, la caratteristica fondamentale è di poter accedere a servizi esterni alla propria rete locale “ad internet per esempio o attraverso di esso” ad esempio TCP/IP, IPX/SPX, AppleTalk, gli atri servono esclusivamente per la comunicazione locale ad esempio NetBEUI, DLC, IrDA.

 

image001TCP/IP

Questo è un protocollo open, attualmente è il più importante tra quelli conosciuti, garantisce la condivisione delle risorse ed è un protocollo instradabile.

 

Questo protocollo utilizza un linguaggio decimale di 32 bit 4 byte esso e costituito da 4 blocchi separati da un punto all’interno dei quali vi si immette una cifra compresa da 0 fino a 255.

Si può notare dall’immagine sottostante che vi sono tre caselle riguardante l’IP e due riguardanti i DNS,le prime tre cifre della prima casella indicano l’appartenenza dell’elaboratore al settore (ad esempio un aula), mentre l’ultima indica il numero dell’elaboratore che appartiene a quel determinato settore, di seguito si inserisce la Subnet Mask, la quale provvede a determinare la parte dell’indirizzo IP che identifica la sottorete di appartenenza dell’elaboratore.

 

image004Scendendo ancora troviamo il Gateway o cancello di uscita nel quale si immette il numero IP del nostro Router o Server WEB per l’accesso in internet, di seguito troviamo i DNSDOMAIN NAME SYSTEM” il quale provvede, tramite il numero del server immesso, a cambiare i nomi che di solito immettiamo nel nostro Browser di internet dopo il WWW.

 

 

 

IPX/SPX

Protocollo proprietario delle reti NetWare di Novell utilizzato appunto dal suddetto sistema operativo, si distingue dal TCP/IP per la sua velocità oltre che per la leggerezza di sistema. In windows viene utilizzato per ampliare i protocolli di scambio e quindi la compatibilità tra varie macchine. Ultimamente anche la macchine Novell vengono  provviste del ormai più standard TCP/IP.

 

ApleTalk

Protocollo proprietario della MACINTOSCH o APPLE può essere instradato.

La connessione e configurazione della rete risulta al momento la più facile per la configurazione delle utenze, in quanto il sistema inserisce nel computer locale un indirizzo casuale tratto da un elenco di indirizzi standard, in seguito effettua una chiamata in boardcast, con la quale segna se l’attuale indirizzo è gia in uso, se risulta libero lo memorizza per l’uso futuro, in caso contrario ripete l’operazione fino a trovare un indirizzo libero.

 

NetBeui

Protocollo proprietario di Microsoft veloce e leggero permette di condividere file e stampanti ma non consente l’accesso a internet o a reti WAN per cui non instradabile.

E stato usato fino alla versione Win95 per lo scambio dei dati, sostituito poi dal tcp/ip.

 

IrDA

Infrared data trasmitter o trasmissione via infrarossi utilizzato sui cellulari, palmari, notebook, permette lo scambio dei dati tra due comunicatori senza l’ausilio di fili per il collegamento oltre che permettere la condivisione delle periferiche.

Lo svantaggio più comune è l’impossibilità di collegare due periferiche se tra i due vi è un ostacolo, è uno standard ormai morente causato dalla sua non sviluppata capacità di trasmissione ( incompatibilità tra alcuni trasmettitori/ricevitori), portata limitata della trasmissione 3m nel migliore dei casi ( da non confondere con trasmissione laser o Wirless= senza filo o Wi FI comunicazione a distanza)

 

LA TRASMISSIONE

COME AVVIENE LA TRASMISSIONE DI RETE

Tenendo a mente il protocollo OSI/ISO possiamo passare col descrivere come i dai viaggiano attraverso i protocolli di trasmissione, nel nostro caso prenderemo in esame il protocollo TCP/IP.

Saltando i livelli 7°-6°-5°, che come gia spiegato servono per la standardizazione del dato da inviare, troviamo nel 4° livello la suddivisione in pacchetti del dato “ DATO-DATO-DATO”, questo procedimento serve per velocizzare il trasferimento dei dati e per la correzione degli stessi in caso di errore.

Il 3° livello a questo punto mette l’indirizzo IP del mittente e del destinatario facendo in modo che solo quel elaboratore possa processare il dato. Questo è decisamente il cuore del TCP/IP in quanto l’informazione è univoca e non può essere fraintesa da altri elaboratori.

incaps3

Di seguito il 2° livello incapsula il dato così composto inserendo anche il codice MACMedia Acces Control” della scheda di rete oltre LLC “Logical Link Control”.

Da notare che nel 2° e 3° livello vengono inseriti dei controlli di errore che controllano che i dati arrivati non contengano errori, chiamati genericamente CRC Cyclical Redundancy Check in oltre l’aggiunta dei codici di trasmissione viene chiamata INCAPSULAMENTO.

incaps2

Da questo punto in poi la trasmissione viene gestita dall’hardware, livello 1°, che trasforma il pacchetto in una forma d’onda trasmessa nel metodo previsto per il tipo di scheda impiegata (Wi-Fi, LAN, Ottico, Ecc.).

Leave a Reply

*

Stonygate, small solution storage server, realizzazione e gestione server SoHo, ubuntu server, windows system, videosorveglianza, software ed utility, giochi.